Graphic journalism d’autore su MLOL: Cronache di Gerusalemme

Cronache di Gerusalemme: un viaggio a fumetti realizzato dal canadese Guy Delisle, attualmente considerato, al pari di Joe Sacco, uno degli esponenti più rilevanti del cosiddetto “graphic journalism”. Tradotto e pubblicato in Italia da Rizzoli/Lizard, il libro è stato premiato nel 2012  al Festival di Angouleme .

cronache-di-gerusalemme
L’opera racconta del viaggio di Delisle a Gerusalemme, dove si recò nel 2008 con la moglie, impegnata per un anno in una  missione di Medici Senza Frontiere, e i figli. Nel corso del soggiorno, l’autore ebbe modo di osservare da vicino la situazione del paese, le condizioni di vita a Gaza, l’impatto, nel quotidiano, dell’annoso dissidio tra ebrei e palestinesi.

Delisle, tramite uno sguardo ironico che getta luce sulle contraddizioni del quotidiano, denuncia di fatto la politica contorta e discriminatoria di Israele nei confronti del popolo palestinese; rappresenta le contraddizioni di quella terra lacerata da un conflitto che sembra insanabile e che porta a sempre più accese divisioni, dolore e sofferenza, ma lo fa senza prendere apertamente posizione; anzi, l’atteggiamento scelto dall’autore sembra essere di equidistanza. In certi passaggi, ad esempio, Delisle fa capire che la convivenza è possibile, anche se in apparenza sembra non andare in profondità,  e rimanere a un livello superficiale, raffigurando semplicemente ciò che osserva:  qualcuno potrebbe sostenere “senza porsi domande o tentare davvero di capire”, in realtà il giudizio viene lasciato al lettore, unico giudice e unico spettatore.

Guy Delisle mette se stesso al centro della narrazione: in quanto “giornalista-reporter”, testimonia accadimenti,  fatti reali e rappresenta scorci di vita quotidiana con una dose massiccia di ironia e comicità. Quelli che potrebbero essere considerati i punti deboli dell’opera, ossia lo stile semplice, così come le figure “solo” bidimensionali, proprio grazie alla loro semplicità sono invece in grado di mettere in risalto le molteplici sfaccettature e soprattutto le contraddizioni della vita quotidiana di Gerusalemme, nel difficile rapporto di convivenza tra palestinesi ed israeliani.

L’autore, che si trova a vivere la situazione politica del luogo da assoluto profano, ci prende a braccetto e ci porta a passeggio per Gerusalemme, Tel Aviv, Gaza : ci accade così di essere lì con lui a vedere, e siamo un po’ stupiti un po’ divertiti, spesso impauriti o sgomenti, ma sempre immuni da ogni facile giudizio, con gli occhi aperti e curiosi, avendo ben presto compreso che non basta un primo sguardo per comprendere una realtà tanto complessa e difficile come quella di Israele e Gerusalemme.

Lo stesso effetto ci avevano fatto i resoconti dalla Corea del Nord a Pyongyang, dalla Cina a Shenzhen e dal Myanmar,  luoghi descritti nelle sue opere precedenti: la stessa sensazione di essere amici di Delisle, di conoscere la sua vita e trascorrere con lui momenti delle sue giornate, e di farci accompagnare dal suo sguardo ironico alla scoperta di mondi così diversi dal nostro. Ecco cosa ne dice lui stesso:

Quando disegno ho veramente l’impressione di avere il lettore al mio fianco, di camminare con lui. E ogni tanto è come se gli dicessi «Quel tipo è interessante, devo presentartelo», oppure «C’è un posto a Gerusalemme che non è molto conosciuto, quasi quasi ti ci porto».

Cronache di Gerusalemme  è disponibile per il prestito digitale gratuito su MediaLibraryOnLine, insieme alle altre opere di Delisle: Cronache birmane, Pyongyang, Shenzhen, già citate, e i tre volumi del Diario del cattivo papà, irresistibile racconto a fumetti delle disavventure quotidiane di un padre politicamente scorretto. Ricordate inoltre che per chi non disponesse del servizio di MLOL o volesse leggere più ebook al mese esiste il servizio freemium MLOL Plus.