Il fantasma dell’Opera: un classico da riscoprire su MLOL

Phantom of the Opera lobby card

Erik è un individuo misterioso che vive nelle viscere dell’Opéra Garnier di Parigi, un essere terrificante al quale si attribuiscono gravi incidenti – un lampadario che crolla sul pubblico durante una performance, un macchinista trovato impiccato – che turbano la serenità del luogo.
Mentre questi e altri fatti enigmatici eccitano la curiosità di molti, Christine, una giovane cantante che ha ottenuto un grande successo nella sua interpretazione del Faust, confida al visconte Raoul de Chagny, segretamente innamorato di lei, una storia incredibile: è attratta da una voce melodiosa che la chiama di notte, che l’affascina e terrorizza al tempo stesso. I due scopriranno che si tratta Erik, il fantasma dell’Opera, un ex mago sfigurato che si nasconde nei sotterranei, follemente innamorato della cantante al punto di rapirla…

Questa la storia raccontata ne Il fantasma dell’Opera: un romanzo del mistero, probabilmente il più noto dello scrittore francese Gaston Lerouxpubblicato per la prima volta ad episodi sul quotidiano Le Gaulois, dal 23 settembre del 1909 all’8 gennaio del 1910. Si tratta quindi di un feuilletton, o romanzo d’appendice, che a dispetto dell’iniziale giudizio negativo per il genere – considerato popolare e secondario rispetto alla letteratura alta – è ora ritenuto un classico dell’horror.

gallica_legauloisSe conoscete il francese e voleste leggere il romanzo nella sua versione originale, assaporando le stesse pause fra una puntata e l’altra dei lettori del tempo, potreste recuperare gli episodi nell’archivio del Gaulois, disponibile in MLOL e facilmente navigabile per data.

Il romanzo di Leroux con il passare del tempo si è rivelato una miniera inesauribile di ispirazione per molti artisti: è divenuto un’opera teatrale, un musical, un balletto, un radiodramma, ed ha ispirato numerose opere cinematografiche. In effetti il testo, ricco di accadimenti, sembra essere nato per il cinema e lo stesso fantasma, esperto in trucchi ed effetti speciali d’ogni tipo, potrebbe essere considerato la prefigurazione della magia della settima arte.

ChaneyPhantomoftheOpera

PhantomOp

Il primo adattamento per il grande schermo fu The Phantom of the Opera, film muto del 1925 del regista Rupert Julian, con Lon Chaney dietro la maschera del fantasma; il più recente, del 2014, lo si deve invece a Joel Schumacher, di fatto una trasposizione cinematografica del musical teatrale composto da Andrew Lloyd Webber. Fra i tanti adattamenti cinematografici ricordiamo anche quello satirico, in versione glam rock, di Brian de Palma: Il fantasma del palcoscenico (Phantom of paradise), uscito nel 1974.

Il romanzo di Leroux è stato fonte d’ispirazione per molti, ma è esso stesso debitore nei confronti del mondo dell’opera e della musica, al punto che le citazioni e i riferimenti diretti potrebbero costituire una vera e propria colonna sonora al testo.

Pensiamo innanzitutto ai passaggi del Romeo e Giulietta e al trio finale del Faust cantati dalla protagonista, entrambi di Charles Gounod;  o alle opere come il Polyeucte (Charles Gounod) e Le roi de Lahore di Jules Massenet, che vennero rappresentate la prima volta proprio all’Opéra Garnier di Parigi dove è ambientato il romanzo. Ma anche la Marche funèbre d’une marionnette di Goudot, che molti di noi conoscono grazie alla serie televisiva Alfred Hitchcock presenta (1955), La Danse Macabre di Saint Saens, il valzer lento di Sylvia e i pizzicati di Coppélia di Leo Délibes, Il Flauto magico o il Don Giovanni di Mozart, un duo dall’Otello di Verdi e persino musica religiosa come il Dies Irae o il Kyrie Eleison e il Requiem citati dallo stesso fantasma.

Un modo per riscoprire questo classico potrebbe essere quello di ascoltarne l’audiolibro in italiano, letto per Alfaudiobook dall’attore Fabio Bezzi, o le versioni inglesi disponibili nella collezione Audiolibri Open.

Vi ricordiamo infine che in MLOL sono disponibili anche altri romanzi di Leroux, autore non solo di horror ma anche di polizieschi e romanzi d’avventura, sia in italiano – nella collezione Ebook Download – che nella loro lingua originale, il francese, e in inglese – nella collezione Ebook Open.