Il demone di mezzogiorno. Depressione: la storia, la scienza, le cure

«La sua verità ti sarà scudo e corazza; non temerai i terrori della notte né la freccia che vola di giorno, la peste che vaga nelle tenebre, lo sterminio dal demone del mezzogiorno»
Salmo 91

Pubblicato nel 2001, vincitore di innumerevoli premi e riconoscimenti e tradotto in 24 lingue, Il demone di mezzogiorno di Andrew Solomon è un libro che coniuga racconto individuale, sensibilità personale e un ottimo livello di divulgazione scientifica su un tema che tocca tantissime persone, ma di cui si parla raramente: la depressione.

Giornalista diviso fra New York e Londra, Solomon pubblica articoli e saggi che attraversano i campi della politica, della cultura e della psicologia. La caratteristica principale del Demone di mezzogiorno si trova però nel fatto che il suo sforzo divulgativo parte in questo caso dal racconto approfondito e privo di pudori della sua esperienza personale della depressione. O per meglio dire, il racconto personale è intessuto nell’intera struttura del libro, rendendone la lettura – nonostante la pesantezza del tema e la lunghezza della trattazione – molto gradevole.
Continua a leggere

Per sempre o per molto, molto tempo – Caela Carter

Vorrei tanto poter entrare nel tuo cuore con un aspirapolvere e rassettare tutto per bene. Vorrei poter entrare nel tuo cuore in modo che tu possa sapere che ci sarò sempre, sempre.

Anche quando si cerca di evitare di incasellare un libro dentro specifiche categorie, ci sono comunque casi in cui è impossibile non farlo. Indubbiamente questo è un romanzo che parla di affido e adozione e della difficoltà di trovare un senso alla parola famiglia, ma anche alla propria nascita se non si hanno ricordi specifici al di là di poche immagini confuse. È anche un romanzo su una ragazzina che non riesce ad esprimersi come vorrebbe, che è bravissima con la matematica e con il conforto dei numeri e dei risultati esatti e che è convinta di non essere nata. Ecco, voi invece prendetelo come un viaggio.

I viaggiatori sono Flora e Julian, sorella e fratello separati da un solo anno di età, che – dopo anni passati tra diverse famiglie affidatarie – sono stati adottati da Emily e vivono in una casa dove l’amore di una mamma sarà “per sempre”. Continua a leggere

L’India raccontata dalle sue scrittrici

Sono sempre di più le autrici indiane che vengono tradotte e pubblicate anche in Italia. Si tratta di scrittrici di lingua inglese che, con i loro romanzi e racconti, hanno dato voce a milioni di donne e alle loro storie nascoste e sconosciute, contribuendo a plasmare il paesaggio letterario dell’India contemporanea: per la prima volta, infatti, hanno affrontato in ambito letterario argomenti quali le condizioni di vita delle delle donne e la loro quotidianità, le questioni familiari, le ingiustizie e le disuguaglianze sociali, il femminismo e la lotta al capitalismo.

Ne abbiamo scelte alcune fra le più influenti e apprezzate, le cui opere sono disponibili per il download su MLOL.

Arundhati Roy 3

Arundhati Roy (jeanbaptisteparis – CC BY-SA 2.0 – Wikimedia Commons)

Iniziamo con Arundhati Roy, scrittrice, sceneggiatrice, giornalista, ma soprattutto attivista politica, impegnata nel campo dei diritti umani, a protezione dei più deboli, nella difesa dell’ambiente e contro le politiche economiche e di industrializzazione sfrenata del suo paese. Il romanzo cui deve la sua fama e la sua popolarità (oltre che condanne morali  e contestazioni in patria) e col quale vinse il Booker Prize, è Il dio delle piccole cose, del 1997.  Continua a leggere

Filosofia + bambini e ragazzi = che meraviglia!

Se si dà uno sguardo ai libri pubblicati e discussi in Italia negli ultimi anni, tra i trend più curiosi ma importanti si può notare anche una certa diffusione di testi che accostano la filosofia ad un target giovane, in particolare bambini e ragazzi.

É solo nell’ultimo ventennio che tali pratiche si sono rese visibili anche al di fuori della stretta cerchia dei propri promotori, ovvero in scuole dell’obbligo, biblioteche, ludoteche, agenzie educative, fiere di libri per l’infanzia, comunità di minori: dal curriculum Philosophy for Children ideato da Matthew Lipman, è stato uno sbocciare continuo di progetti e approcci, con vari gradi di affidabilità e riscontro sul campo.

Classificabile come una sottocategoria delle più estese pratiche filosofiche, la filosofia con i bambini e i ragazzi è una disciplina sfaccettata, giovane ed in evoluzione ed espansione continue. Continua a leggere

Letture Contromano su MLOL

Racconti e guide curiose di città, reportages, libri di viaggio, storie inconsuete di luoghi, di cose, di gente: questi sono i contenuti della collana Contromano dell’editore Laterza, che ha esordito nel 2004 nel panorama editoriale italiano riscontrando un notevole successo tra i lettori. Il taglio originale di questi agili volumetti, dedicati alla narrazione del presente e firmati dalle migliori penne italiane degli ultimi anni, si è dimostrato vincente arrivando a collezionare più di 80 titoli, molti dei quali sono stati più volte ristampati.

In un’intervista rilasciata qualche anno fa alla webzine Affari italiani, Anna Gialluca, direttore editoriale di Laterza, così rispose al giornalista che chiedeva quale fosse l’idea di fondo che aveva portato alla nascita della collana:

Più di una: intercettare un target giovane, sicuramente. Da qui la scelta del nome Contromano. E poi c’era e c’è l’esigenza di soddisfare nei lettori il bisogno di conoscere la realtà attraverso lo sguardo e la sensibilità di scrittori appartenenti alle nuove generazioni. Tutto ciò, utilizzando una scrittura ibrida. I nostri libri hanno infatti l’ambizione di porsi a metà tra saggistica e fiction, ed è proprio questa l’innovazione che cerchiamo di portare nel mercato editoriale. Vorremmo che essi fossero strumenti non convenzionali di conoscenza della contemporaneità.

Una sfida certamente riuscita, a giudicare dalla varietà dei temi trattati e dal numero di volumi realizzati. Continua a leggere