Le farfalle di Maria Sibylla Merian su MLOL

Nell’estate del 1699, dal porto di Amsterdam, una donna di 52 anni e la figlia ventenne si imbarcarono su un mercantile diretto in Sud America, nella colonia olandese del Suriname. Arrivarono a destinazione dopo una traversata di tre mesi e lì rimasero per due anni attraversando il paese in lungo e in largo, prime donne esploratrici.

Maria Sibylla Merian portrait colors Si trattava di Maria Sibylla Merian (1646-1717) – una delle più grandi ricercatrici e disegnatrici di insetti di tutti i tempi e della figlia Dorothea; lo scopo del loro viaggio era quello di studiare le farfalle.

Si potrebbe pensare che si trattasse di un ambito di ricerca innocuo e idoneo ad una donna, soprattutto se collegato alla seta, tessuto prezioso e molto ambito a quei tempi. Ma non era così. In un’epoca storica in cui raramente le donne lavoravano al di fuori delle mura domestiche e non erano nemmeno ammesse agli studi universitari, madre e figlia avevano intrapreso, da sole, una spedizione naturalistica.

Non era la prima delle sfide affrontate da Maria Sibylla nella sua vita.

http://ww2.openmlol.it/media/maria-sibylla-merian/giant-silk-moths-and-purple-coraltree/705404 Continua a leggere

Alla scoperta di Vincent van Gogh con MLOL

Il 7 ottobre 2017 apre a Vicenza la mostra Van Gogh. Tra il grano e il cielo. Attraverso 46 dipinti e 86 disegni dell’artista provenienti dal Kröller-Müller Museum, la mostra ricostruisce la vita di Vincent van Gogh, a partire dagli anni olandesi fino al luglio del 1890 quando morì in Francia, in un percorso basato sulla sua corrispondenza privata, in particolare sulle lettere al fratello Theo

Sempre ad ottobre arriva in Italia – proiettato solo in tre date, 16, 17 e 18 –  Loving Vincent,  il primo film di animazione interamente dipinto su tela, basato sui quadri del grande pittore olandese e realizzato da Hugh Welchman e Sean BobittAl film hanno lavorato, per ben quattro anni, 125 artisti provenienti da tutto il mondo, impegnati in un’impresa grandiosa: basti pensare che ogni singolo fotogramma del film (sono 65.000) è dipinto a mano e ogni suo secondo contiene almeno 12 tele. Continua a leggere

Andare per musei, anche da casa

In questa torrida estate, diciamolo: le vacanze in posti lontani non sono alla portata di tutti, specie se il desiderio sarebbe quello di visitare città che ospitano grandi musei di rilevanza internazionale, e non parliamo del passare una notte al museo!
Per fortuna la rete viene in nostro soccorso fornendoci un caleidoscopio di siti, raccolte di immagini e digitalizzazioni di libri d’arte che possono almeno in parte (ma a volte ‘’davvero da vicino’’) farci godere di tanta lontana bellezza.
Continua a leggere

Virginia Oldoini, contessa o modella?

DP158928

Su Virginia Oldoini, contessa di Castiglione, nata a Firenze nel 1837 e morta a Parigi nel 1899, è stato scritto tantissimo, persino dai suoi contemporanei, si pensi ad esempio alle Mémoires de Griscelli, agent secret, oppure a Le roman d’une favorite. La Comtesse de Castiglione (per farvene un’idea date un’occhiata alle fonti citate nella voce a lei dedicata del Dizionario biografico della Treccani).
Lei stessa scrisse molto di sé e della sua vita in società nei diari e nelle lettere che, alla sua morte, vennero bruciati dai servizi segreti sabaudi insieme ad altri documenti per eliminare qualsiasi traccia degli intrighi sentimentali e politici di cui fu protagonista e testimone. Continua a leggere