L’archivio storico de l’Unità

Era il 12 febbraio del 1924 quando venne stampato il primo numero de l’Unità – Quotidiano degli operai e dei contadini, quotidiano politico voluto da Antonio Gramsci; un nome, L’Unità, di buon auspicio, forse, ma soprattutto una chiara indicazione della direzione da intraprendere in tempi di divisioni e di conflitti.
«Il giornale non dovrà avere alcuna indicazione di partito. Dovrà essere un giornale di sinistra. Io propongo come titolo l’Unità puro e semplice che sarà un significato per gli operai e avrà un significato più generale» (Antonio Gramsci, lettera per la fondazione de l’Unità, 12 settembre 1923)

La sua è stata una storia travagliata. A soli due anni dalla prima apparizione, in seguito alle leggi fasciste sulla stampa, venne soppresso; nel 1927 riprese con pubblicazioni saltuarie, in clandestinità dalla Francia (più che altro si trattava di un foglio di propaganda antifascista), e solo nel 1944, a Roma, e nel 1945 anche nel nord Italia, ritornò regolarmente nelle edicole. Fu Palmiro Togliatti, leader del PCI, a sostenere fortemente la rinascita del quotidiano (fu lui a nominare direttore Pietro Ingrao) che avrebbe dovuto proporre una narrazione delle vicende italiane alternativa a quella del Corriere della Sera, il quotidiano della borghesia. Continua a leggere

L’archivio storico del Corriere della sera è disponibile su MLOL!

L’Archivio PRO è la piattaforma del Corriere della Sera che consente la consultazione di tutto il suo archivio storico, dalla fondazione della testata ad oggi, disponibile su MLOL dal 1° aprile 2018.

Si tratta di un archivio preziosissimo, testimonianza di 142 anni della storia italiana e internazionale, raccontata attraverso l’occhio del cronista del tempo. Contiene più di 2,5 milioni di pagine in formato digitale, di fatto la copia digitale dell’intera collezione di tutte le edizioni del quotidiano, dal primo numero del 5-6 marzo 1876 fino al numero odierno, comprese le edizioni locali, il Corriere del pomeriggio e il Corriere dell’Informazione. Continua a leggere

Il fantasma dell’Opera: un classico da riscoprire su MLOL

Phantom of the Opera lobby card

Erik è un individuo misterioso che vive nelle viscere dell’Opéra Garnier di Parigi, un essere terrificante al quale si attribuiscono gravi incidenti – un lampadario che crolla sul pubblico durante una performance, un macchinista trovato impiccato – che turbano la serenità del luogo.
Mentre questi e altri fatti enigmatici eccitano la curiosità di molti, Christine, una giovane cantante che ha ottenuto un grande successo nella sua interpretazione del Faust, confida al visconte Raoul de Chagny, segretamente innamorato di lei, una storia incredibile: è attratta da una voce melodiosa che la chiama di notte, che l’affascina e terrorizza al tempo stesso. I due scopriranno che si tratta Erik, il fantasma dell’Opera, un ex mago sfigurato che si nasconde nei sotterranei, follemente innamorato della cantante al punto di rapirla…

Continua a leggere

Archivi storici di giornali italiani e stranieri

 

archivio storico

archivio storico

Tra le banche dati selezionate e rese disponibili in MediaLibrary, ci sono gli archivi storici di giornali italiani e stranieri. In alcuni casi si tratta degli archivi “correnti” e cioè della raccolta di articoli pubblicati dai primi anni ‘90, quando, con l’arrivo dei pc nelle redazioni, i giornali nascono in formato digitale, ai nostri giorni, in altri delle edizioni storiche digitalizzate, come nel caso de La Stampa, l’Unità, Le Figaro o  Le Temps.

Continua a leggere