Internet Archive: leggere diventa più facile

Su questo blog, Internet Archive è stato citato spesso come fonte da cui derivano molti classici della letteratura, film e raccolte di vario tipo disponibili all’interno della sezione Open di MediaLibrary. Al grande portale di archiviazione digitale abbiamo dedicato un post già nel primo anno di vita di BiblioMediaBlog, ora aggiornato e che vi invitiamo a rileggere per avere maggiori informazioni sul tema.

L’intera sezione Open di MLOL è stata negli anni oggetto di un grande lavoro di sviluppo, tanto da portare a un portale a sé, OpenMLOL, sul quale vengono sperimentate soluzioni che andranno poi ad arricchire l’offerta che troverete sui portali ai quali siete stati abilitati dalla vostra biblioteca.

Una di queste innovazioni risponde al bisogno di rendere più facile – specie per chi non fosse a suo agio nel muoversi all’interno di un sito in inglese – la lettura dei testi di Internet Archive che possono invece presentarsi in molte lingue, fra cui l’italiano. Presentiamo dunque oggi il nuovo visualizzatore che consente di leggerne i testi senza bisogno di uscire da MLOL.
Continua a leggere

Ascoltare (e riscoprire) i classici italiani

Aiuto alla lettura per chi ha problemi alla vista o è dislessico, sottofondo narrativo per chi passa molto tempo in viaggio, rituale d’ascolto serale o semplice alternativa alla lettura tradizionale, l’audiolibro è un genere che va rapidamente affermandosi anche in Italia.

Dopo i molti suggerimenti forniti in passato, eccoci ad alcuni dei maggiori classici della letteratura italiana. Testi noti ma spesso confinati nel lontano ricordo delle letture scolastiche o nell’indistinto di quello che non si è mai letto e di cui si è solo sentito parlare: una versione “da ascolto” può essere un modo per recuperarli, rileggerli, scoprici cose che non si erano notate prima.

Dante-Alighieri-La-Divina-Commedia-integrale-download-small-863-650

Che dire ad esempio di una versione integrale della Divina commedia di Dante letta da Ivano Marescotti?
Volto e voce nota nel panorama del cinema e del teatro italiani, la sua “familiarità” può essere un incoraggiamento nell’affrontare un testo così antico, spesso considerato non del tutto a ragione ostico, e scoprirne invece la fluidità e la comprensibilità per chi quella stessa lingua, in fondo, la parla ogni giorno.

Continua a leggere

Wikisource, la biblioteca libera online su MediaLibrary

Fra le molte risorse open selezionate dai bibliotecari fra quelle disponibili in rete e riproposte all’interno di MLOL, si è di recente aggiunta anche Wikisource, una biblioteca digitale dalle caratteristiche uniche.

Le_avventure_di_Pinocchio-pag007

Di che cosa si tratta? Wikisource ha la particolarità di raccogliere testi in formato digitale derivanti dalla scansione di opere letterarie o saggistiche che vengono poi rilette e corrette da una comunità di lettori volontari. È l’equivalente di Wikipedia, l’enciclopedia che ognuno può aiutare a scrivere oltre che leggere liberamente online, da cui mutua il principio del lavoro collaborativo e volontario di persone interessate a dare il massimo accesso possibile alla conoscenza.

All’interno di MediaLibrary si è deciso di presentare ai lettori una selezione delle opere già presenti su Wikisource, quelle la cui rilettura è stata completata e che sono perciò considerate “definitive” (anche se, nell’ottica di questo genere di progetti, tutto resta sempre migliorabile!). Quasi 900 titoli, destinati ad aumentare nel tempo, esclusivamente in lingua italiana, con qualche caso di opere tradotte da altre lingue. 

Un lavoro collaborativo online di questo genere può essere fatto, nel rispetto del diritto d’autore, solo su opere in pubblico dominio e pubblicate quindi non oltre gli anni ’20 circa. È questo il motivo per cui troverete su Wikisource molti classici della letteratura italiana in edizioni non moderne (ad esempio Carducci, D’Annunzio, Collodi, Leopardi), saggistica relativa alla storia locale di diverse zone d’Italia, saggistica scientifica e politica (specie ottocentesca), manuali di cucina come lo splendido Manuale di 150 ricette di cucina di guerra recentemente caricato dalla Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze su Wikisource, e testi giuridici storici come gli editti papali o lo Statuto Albertino.

Per ogni opera sono disponibili la versione originale sul web (raggiungibile dal link presente nel campo Collegamenti sulla scheda descrittiva) e una versione scaricabile in formato epub, conservabile senza limiti di durata (ottenibile invece cliccando su Leggi).

Se volete sfogliare l’intera collezione sul vostro portale MLOL, è sufficiente usare la parola “wikisource” come chiave di ricerca, selezionando poi la tipologia Ebook open. In alternativa, potete selezionare la tipologia dal menu in alto e poi inserire un termine di ricerca a scelta, ad esempio il nome di un autore.

Ricordate infine che Wikisource esiste in molte lingue e vi potrete trovare grandi classici delle letterature nazionali. Se poi siete curiosi di scoprire di più su questo progetto, godetevi la video-guida in italiano!