Leggere Sylvia Plath – un avvio

“Erano ventun notti che non dormivo.
Mi sembrava che la cosa più bella del mondo doveva essere l’ombra, le mille mobili forme e i mille anfratti dell’ombra. C’era ombra nei cassetti delle scrivanie, negli armadi, nelle valigie, ombra sotto le case, gli alberi, le pietre, ombra dietro gli occhi e i sorrisi della gente, e ombra, miglia e miglia e miglia di ombra, sulla faccia notturna della terra.”

plath cover

Non è facile accostarsi a una poetessa preceduta dalla fama del proprio suicidio. La poesia stessa è un genere letterario non per tutti. Ecco perché Sylvia Plath, autrice statunitense morta a Londra nel 1963, è spesso un nome “sentito dire” ma non realmente conosciuto. Letta da chi ama la poesia o la letteratura moderna scritta da donne e femminista prima dei movimenti femministi degli anni Sessanta e Settanta, nonostante sia ritenuta un classico della letteratura americana del Novecento è oggetto di un culto per non molti adepti, almeno in Italia.
Continua a leggere

Il demone di mezzogiorno. Depressione: la storia, la scienza, le cure

«La sua verità ti sarà scudo e corazza; non temerai i terrori della notte né la freccia che vola di giorno, la peste che vaga nelle tenebre, lo sterminio dal demone del mezzogiorno»
Salmo 91

Pubblicato nel 2001, vincitore di innumerevoli premi e riconoscimenti e tradotto in 24 lingue, Il demone di mezzogiorno di Andrew Solomon è un libro che coniuga racconto individuale, sensibilità personale e un ottimo livello di divulgazione scientifica su un tema che tocca tantissime persone, ma di cui si parla raramente: la depressione.

Giornalista diviso fra New York e Londra, Solomon pubblica articoli e saggi che attraversano i campi della politica, della cultura e della psicologia. La caratteristica principale del Demone di mezzogiorno si trova però nel fatto che il suo sforzo divulgativo parte in questo caso dal racconto approfondito e privo di pudori della sua esperienza personale della depressione. O per meglio dire, il racconto personale è intessuto nell’intera struttura del libro, rendendone la lettura – nonostante la pesantezza del tema e la lunghezza della trattazione – molto gradevole.
Continua a leggere

Leggere per capirsi, in 10 titoli

Bibliotecari e librai sanno che uno dei generi più richiesti dai lettori è sempre quello che si occupa del benessere – non solo fisico-  delle persone: dai manuali di auto-aiuto su problemi diffusi o eventi della vita, alle opere che in modo semplice spiegano il perché di tanti comportamenti controproducenti, alla saggistica psicologica di taglio divulgativo. Purtroppo, si tratta di un settore del mercato librario non sempre di qualità, che talvolta rischia di semplificare eccessivamente i problemi e che, nei casi peggiori, si avventura nel terreno scivoloso delle false promesse.

Eppure esistono moltissimi titoli interessanti di questo genere in grado di rivolgersi al grande pubblico senza banalizzare nulla, e per questo motivo abbiamo deciso di proporvene una decina, a testimonianza della varietà degli approcci e dei temi trattati.

Innanzitutto, si può partire dai piccoli problemi che possono affliggere la vita quotidiana: c’è chi rimugina su ogni parola che gli è stata rivolta, chi non riesce ad accettare le critiche, chi  assume sempre troppi impegni e chi si porta dietro segreti di cui non riesce a parlare con nessuno.

Molti di questi problemi sono affrontati in titoli disponibili su MLOL, ed è possibile scoprirli semplicemente partendo da Ebook download, cliccando su “Vedi tutti” nella colonna a sinistra e scegliendo “Salute e valorizzazione personale” nella lista degli Argomenti.

Quelli che vi consigliamo sono il Piccolo manuale per persone vulnerabili edito quest’anno da Feltrinelli, La vergogna della Codice, casa editrice che si occupa spesso di neuroscienze e psicologia con taglio scientifico ma di facile lettura, e Imparare a dire no (un problema che prima o poi incontrano proprio tutti!) della BUR.

img1 Continua a leggere