Jennifer Armentrout e il genere del romance

Jennifer L. Armentrout è una delle scrittrici di maggior successo della letteratura Young e New Adult; costantemente prima nelle classifiche di vendita, vincitrice di premi, tra cui il RITA Award nel 2017, capace di passare dal rosa, al fantasy, al thriller in maniera credibile ed efficace, negli anni si è imposta come punto di riferimento per i lettori di tutto il mondo, giovani e non. Scopriamo i motivi di questo successo, con una veloce panoramica degli aspetti principali che caratterizzano alcune delle sue serie di romanzi.

EDGT34364

Con lo pseudonimo di J. Lynn ha scritto la serie romance Wait for You nella quale le coppie rotagoniste di ciascun romanzo si conoscono, si scoprono, hanno la possibilità di superare traumi e dolori del proprio passato. Proprio il tema del dolore che ogni personaggio si porta dietro è un aspetto caratteristico dei suoi romanzi, trattato in maniera convincente, credibile e perfettamente cucito sui diversi protagonisti. Profondamente segnata dal passato e dalla sofferenza, ad esempio, è Avery in Ti aspettavo: una timida matricola che spera che il college possa rappresentare per lei un nuovo inizio. Grazie anche alla pazienza di Cameron, sempre sorridente e gentile nonostante un suo celato dolore, saprà uscire dal proprio guscio, farà cadere i muri protettivi, ricominciando a vivere.

Continua a leggere

Adriana Merenda – Fake: falsi profili

Che fine ha fatto Marcella Destorimerenda_FAKE_coverCome è possibile la scomparsa di una ragazzina perbene di una famiglia perbene, studentessa non modello ma brillante del liceo linguistico Donatello?
Se lo chiedono tutti: i compagni di classe e i professori, che non vedono Marcella arrivare a scuola; i genitori, che aspettano invano il suo rientro a casa; la polizia, che la cerca nei 12 giorni successivi.
L’ io narrante è un “noi” e l’identità di Marcella prende forma da un fluido scorrere di voce in voce di chi l’ha conosciuta, anche solo sfiorata, a partire da Giada, la compagna di banco.
Giada è attratta dalla leggerezza e noncuranza con cui Marcella attraversa la vita e ascolta con voracità le storie dell’amica sugli incontri cercati in chat, su Facebook, nei forum. Allo stesso tempo, però, la scomparsa di Marcella mette Giada di fronte alla consapevolezza di non conoscerla davvero e certi segreti la spaventano sul serio.
Continua a leggere

Neil Gaiman, narratore di sogni

Neil Gaimannato nel 1960, è uno scrittore britannico di fumetti, romanzi e sceneggiature, noto soprattutto agli amanti del fantasy, del fumetto e delle storie gotiche. Suo – per esempio – è il romanzo nero per ragazzi Coraline, da cui è stato tratto il film d’animazione Coraline e la porta magica.

Dal momento che in tutti i romanzi di Gaiman si inserisce – in misura maggiore o minore – qualche elemento magico, fantastico o ultraterreno, indicare il target d’età dei suoi libri è piuttosto difficile. La maggior parte dei suoi romanzi e racconti è adatta sia a un pubblico adulto che ai cosiddetti “giovani adulti”, tuttavia una parte della sua produzione è più esplicitamente destinata ai ragazzi. Nella sezione Ebook download di MediaLibraryOnLine potete trovare diversi suoi romanzi e raccolte di racconti. Ne presentiamo qui tre dei più recenti: uno per bambini, uno per ragazzi “over 12”, e uno per adulti.

Continua a leggere

Tutti i romanzi di John Green su MediaLibraryOnLine

John Green è uno scrittore statunitense per ragazzi nato nel 1977. Il romanzo che gli ha fatto raggiungere la fama mondiale è Colpa delle stelle, da cui è stato tratto l’omonimo film uscito nelle sale italiane lo scorso settembre. Tuttavia in Italia i suoi libri sono pubblicati dal 2006, e fin dal suo esordio Green si è guadagnato il titolo di scrittore per giovani adulti tra i più interessanti dell’ultima generazione.

Cercando AlaskaCercando Alaska (Fabbri, 2006, ripubblicato da Rizzoli nel 2014). Miles Halter è un appassionato di Ultime Parole Famose, e decide di frequentare la prestigiosa scuola di Culver Creek per andare alla ricerca del suo “Grande Forse” (come apparentemente disse anche Rabelais prima di esalare il suo ultimo respiro). Lì fa amicizia con Chip (noto a tutti come “il Colonnello”), suo compagno di stanza, con Takumi, e soprattutto con Alaska, una ragazza affascinante ma anche parecchio incasinata. Naturalmente Miles si innamora di Alaska, e la notte in cui – tra i fumi dell’alcool – finiscono per baciarsi, è convinto che sia l’inizio di qualcosa di meraviglioso. E invece quella stessa notte Alaska muore in un incidente d’auto, e non è chiaro se si sia trattato davvero di un incidente, o se abbia deciso di farla finita una volta per tutte. Da quel momento Miles e Chip (oppressi dal lutto per l’amica, ma anche dal peso della responsabilità di averla lasciata salire in macchina nonostante avesse palesemente bevuto troppo) cercano di scoprire cosa sia veramente successo quella notte, e che cosa avesse in testa Alaska quando è salita in macchina… Continua a leggere

Paola Predicatori – Il mio inverno a Zerolandia

Inverno_a_zerolandia“Non è vero che sono solo le persone a soffrire di nostalgia, anche le cose sanno cos’è. Io l’ho imparato guardando quelle che ha lasciato mia madre quando entro in silenzio nella sua stanza. È tutto lì che attende e come me non vuole farsene una ragione. Piccoli oggetti testardi tutto cuore”

Zerolandia è la terra della solitudine e del silenzio, è lo spazio dello spaesamento e dell’azzeramento, è la dimensione che permette l’affioramento del ricordo, del dolore ed infine della speranza. E’ il luogo della rinascita e dell’incontro dell’altro. Continua a leggere