Jeune Afrique e Africa Report nell’edicola di MLOL

Africa: un continente con un’estensione di 30.065.000 km², più di un miliardo di abitanti, 54 stati caratterizzati da condizioni socioeconomiche e da culture politiche molto diverse fra loro, alcuni dei quali tuttora attraversati da gravi tensioni, scontri armati, violazioni diffuse dei diritti umani e instabilità politica.

Eppure l’Africa è poco presente nei media nazionali e talvolta raccontata attraverso strumentalizzazioni. Per sapere cosa succede in quelle terre possiamo però leggere i giornali internazionali, o quelli locali, disponibili nell’edicola di MLOL. Per individuarli, una volta scelta la sezione Edicola è possibile selezionare i singoli stati in Paesi/Luoghi ed anche la Lingua. Noi ve ne segnaliamo due: Jeune Afrique e The Africa Report.

Continua a leggere

La app di PressReader: come funziona?

L’edicola di MediaLibraryOnLine vanta una ricchissima offerta di quotidiani e riviste; la maggior parte di esse è distribuita dalla piattaforma PressReader che consente la lettura di periodici nazionali e internazionali tramite la consultazione online.

Per gli utenti di MLOL è sufficiente collegarsi alla biblioteca digitale da qualsiasi browser (Chrome, Mozilla, Safari), effettuare il login a MLOL con le proprie credenziali di accesso e, una volta individuata la testata giornalistica di interesse, cliccare il pulsante Sfoglia.

All’apertura del giornale sarà anche possibile navigare all’interno di PressReader alla ricerca di altre testate.

Questa navigazione tramite browser è possibile sia da PC che da tablet e smartphone, tuttavia i dispositivi mobili hanno schermi di diverse misure, più piccoli rispetto a quelli di un computer, il che rende molto più difficile leggere pagine statiche come quelle dei quotidiani. Per questa ragione è stata creata l’app PressReader per smartphone e tablet che, oltre a consentire una lettura più agevole, offre anche altre interessanti possibilità. Continua a leggere

Il Fatto Quotidiano entra nell’Edicola MLOL

Nel 2009 un nuovo e molto atteso quotidiano fu messo in vendita per la prima volta nelle edicole italiane, annunciato qualche tempo prima sul blog del giornalista Marco Travaglio, oggi direttore della testata, e sul sito Internet l’AnteFatto. Antonio Padellaro ne fu il fondatore nonché primo direttore.

Mercoledì 23 settembre 2009 il quotidiano fu mandato per la prima volta in stampa con il nome de Il Fatto Quotidiano. Tale nome fu scelto in memoria del giornalista Enzo Biagi, conduttore del programma televisivo Il Fatto. Il logo raffigurante uno strillone si ispira al quotidiano La Voce, in omaggio al suo fondatore Indro Montanelli. Secondo la direzione del giornale, già alle 8 del mattino, le copie erano pressoché esaurite in tutte le edicole. Per ovviare al problema, oltre a una ristampa disponibile nei giorni successivi, fu pubblicata la versione in formato elettronico del numero.
Fonte: Wikipedia

Uscito in anni di grandi rivolgimenti politici e sociali, la testata è diventata un riferimento a livello nazionale, motivo per cui siamo molti lieti di annunciare il fatto che è entrato a far parte dell’Edicola MLOL. Continua a leggere

Interior Design all’inglese

Negli ultimi anni la passione per l’arredamento d’interni si è molto diffusa, complici probabilmente le grandi catene di arredamento che hanno fatto del “design per tutti” la loro bandiera e le tante trasmissioni tv (o interi canali televisivi) ad esso dedicati. Al tempo stesso, le riviste e i siti specializzati sembrano convergere tutti verso stili e mode sempre più omogenee, tanto da far pensare che una comune stanza a Roma, a Tokyo o a New York potrebbero con una certa probabilità avere aspetti molto simili.

Abbiamo perciò voluto verificare nell’Edicola MLOL se le cose stessero proprio così, approfittando dell’amplissima disponibilità di riviste sull’arredamento e il design, e abbiamo scoperto alcune cose interessanti concentrando la nostra attenzione sulle riviste del Regno Unito.

Chi non è mai rimasto a bocca aperta di fronte all’enorme offerta di materiali per il decoro della casa nei grandi magazzini londinesi? Tovaglie, tende, tappezzerie, con una scelta che non facilmente si trova nel nostro paese e che testimonia di una tradizione abbastanza diversa da quella italiana.

homes6gardens

Continua a leggere