Jennifer Armentrout e il genere del romance

Jennifer L. Armentrout è una delle scrittrici di maggior successo della letteratura Young e New Adult; costantemente prima nelle classifiche di vendita, vincitrice di premi, tra cui il RITA Award nel 2017, capace di passare dal rosa, al fantasy, al thriller in maniera credibile ed efficace, negli anni si è imposta come punto di riferimento per i lettori di tutto il mondo, giovani e non. Scopriamo i motivi di questo successo, con una veloce panoramica degli aspetti principali che caratterizzano alcune delle sue serie di romanzi.

EDGT34364

Con lo pseudonimo di J. Lynn ha scritto la serie romance Wait for You nella quale le coppie rotagoniste di ciascun romanzo si conoscono, si scoprono, hanno la possibilità di superare traumi e dolori del proprio passato. Proprio il tema del dolore che ogni personaggio si porta dietro è un aspetto caratteristico dei suoi romanzi, trattato in maniera convincente, credibile e perfettamente cucito sui diversi protagonisti. Profondamente segnata dal passato e dalla sofferenza, ad esempio, è Avery in Ti aspettavo: una timida matricola che spera che il college possa rappresentare per lei un nuovo inizio. Grazie anche alla pazienza di Cameron, sempre sorridente e gentile nonostante un suo celato dolore, saprà uscire dal proprio guscio, farà cadere i muri protettivi, ricominciando a vivere.

Continua a leggere

Il piacere della paura: benvenuti a Niceville

Stroud_NicevilleChe cosa ha di diverso Niceville, una piccola cittadina del Sud degli Stati Uniti, da tante altre città simili della provincia americana? A Niceville succedono strane cose: le persone spariscono nel nulla. Intere zone della città rimangono al buio fino a mezzogiorno passato, sotto l’ombra incombente del Tallulah’s Wall, una massiccia rupe calcarea che domina la parte nordorientale della città. In cima al picco cresce una fitta selva di alberi secolari e, nel cuore di quell’antica foresta, si trova un’ampia dolina circolare, colma di acqua nera e profonda. La chiamano Crater Sink… e lì abita il Male. Perfino gli indiani che un tempo vivevano da quelle parti girano alla larga da quel posto. Continua a leggere