La Lettura : l’inserto culturale del Corriere della Sera, ogni settimana su MLOL

lettura

La lettura è l’inserto domenicale del Corriere della Sera dedicato al mondo della cultura, e si distingue nel nostro panorama editoriale per la contaminazione tra linguaggi differenti, per l’apertura al dibattito e all’interazione social con i lettori, per l’ampiezza e il livello delle collaborazioni.

Il titolo è un riferimento e un omaggio a una storica pubblicazione legata al Corriere, ovvero la rivista omonima “La lettura” pubblicata dal 1901 al 1945. A partire dal 2011, il settimanale è uscito come allegato gratuito del Corriere della domenica, mentre dal 2015, visto il crescente successo, ha raddoppiato il numero di pagine (ora più di 40) , rinnovato la veste grafica, ed è possibile acquistarlo in edicola per tutta la settimana al costo di 0,50 centesimi. Si è arricchito inoltre di un canale online che propone contenuti e rubriche originali, ed ha potenziato l’attività sui social media.

In versione digitale, è disponibile su MLOL per tutti gli utenti delle biblioteche che aderiscono al servizio; oltre all’ultimo numero, si possono scaricare o consultare online anche gli ultimi dieci numeri pubblicati.

I linguaggi visivi dell’arte, della grafica, della fotografia, del reportage e della graphic novel trovano ampio spazio nel racconto del nostro tempo proposto dalle pagine dell’inserto:  basti vedere la copertina, realizzata ogni settimana in esclusiva per Il Corriere della Sera da un diverso artista di livello internazionale. Si tratta di vere e proprie opere d’arte, tanto che le cover dei numeri dei primi due anni de La lettura (2011-2013) sono state protagoniste di una mostra  alla Triennale di Milano; altri eventi culturali legati al settimanale sono stati organizzati negli anni, di recente la mostra per celebrare i 140 anni del Corriere e i primi 5 anni de La Lettura, dal titolo FotoStorie. Reportage, arte, cronaca: i racconti per immagini nel supplemento culturale del «Corriere della Sera».

L’elenco dei collaboratori della rivista è davvero impressionante. Oltre mille tra giornalisti, scrittori, illustratori, filosofi, storici scrivono regolarmente o occasionalmente sulle pagine del settimanale: un campione davvero ampio e illustre della cultura italiana.

Ogni anno, una giuria composta da molti di loro stila una classifica di qualità per decretare quali siano i titoli più significativi pubblicati. Nel 2016 ha vinto Eccomi di Jonathan Safran Foer, che si è recato personalmente presso la redazione a ritirare il premio.

Il periodico è strutturato in cinque sezioni: “Orizzonti”, dedicata a scienza, filosofia, religione, società e nuovi linguaggi; “Libri”, con approfondimenti letterari, recensioni di libri di narrativa e saggistica, poesia e libri per ragazzi, interviste con gli autori e le immancabili classifiche settimanali; “Sguardi” sulla pittura, la scultura, l’architettura, la fotografia, le mostre, gli artisti; “Maschere” dedicata a cinema, teatro, danza, musica e televisione; e infine “Percorsi”, che ospita ogni settimana una breve graphic novel di un diverso autore, e poi racconti, biografie, “geografie” e reportage.

Speriamo di avervi incuriosito abbastanza; non vi resta che andare su MLOL e iniziare a sfogliare l’ultimo numero!

Leggere e ascoltare Nina Simone

what-happened-miss-simone
Eunice Kathleen Waymon, nota al mondo come Nina Simone, cantante jazz ma che ha frequentato anche il soul, il blues, il gospel, e che per tutta la vita (in quanti lo sanno?) volle soprattutto essere riconosciuta come pianista classica.

Personaggio di primo piano della scena musicale degli anni ’60 e ’70, conobbe un nuovo, ultimo successo quando nel 1987 una sua interpretazione fu scelta per la pubblicità di un profumo, amaro riconoscimento da parte di un mondo del lusso al quale aspirò e del quale non riuscì mai a fare interamente parte.
Continua a leggere

L’animo umano nei racconti terrificanti di Edgar Allan Poe

poe

Portrait of Edgar Allan Poe – Édouard Manet – Met Museum

La vita di Edgar Allan Poe – nato il 19 gennaio 1809 e morto il 7 ottobre 1849 – fu breve ma certamente intensa. Secondogenito dell’attrice britannica Elizabeth Arnold Hopkins Poe e dell’attore David Poe, all’età di un anno era già orfano (il padre aveva abbandonato moglie e figli, mentre la madre era morta di tubercolosi) per cui fu affidato alla famiglia di un mercante scozzese che, nel 1815, lasciò la Virginia per far ritorno nella madre patria.

Edgar, bambino dalla memoria eccezionale, compì i suoi primi studi a Londra, ma fu in Virginia, dove la famiglia aveva fatto ritorno, che frequentò l’accademia (dalla quale venne espulso) e l’università. Durante quegli anni si innamorò perdutamente della madre di un compagno, abbandonò l’università e lavorò come giornalista; non riuscendo a mantenersi si arruolò nell’esercito. Abbandonò anche questo e tornò a vivere con la famiglia, nel frattempo iniziò a pubblicare le sue prime poesie per poi trasferirsi a New York. Lavorò per diversi periodici e fu anche licenziato perché sorpreso ubriaco dal suo principale. A 26 anni si sposò in segreto con Virginia, una cugina di soli 13 anni. Continua a leggere

Sepolcri imbiancati e rock’n’roll: il Gesù che non ti aspetti di John Niven

guitar-1015750_1920

In paradiso è sempre venerdì pomeriggio. Cioè quel momento in cui tutti lavorano ma rilassati, e ci scappano pure le battute alla macchinetta del caffè. Quindi, benché con molto più entusiasmo, concentrazione e leggerezza che in terra, in paradiso si lavora.

Forse qualcuno resterà stupito venendo a sapere che in paradiso si lavora e invece è stata una delle trovate più azzeccate di Dio. (E a Dio capita spesso di averne). – La gente ama lavorare – ha detto a Pietro. – Cazzo, la gente ha bisogno di lavorare. Pensa a quelli che sono disoccupati da una vita. Pensa ai ricchi sfaccendati. Ti sembrano felici?

Continua a leggere

Come fare per…? Le nostre guide alla soluzione dei problemi di download degli ebook

Tra i post di maggiore successo apparsi su BiblioMediaBlog fin dalla sua nascita (l’ormai lontano gennaio del 2014) si sono sempre distinti quelli apparsi sotto la categoria Come, che tentano di rispondere ai molti quesiti che possono sorgere quando si utilizza la piattaforma MLOL. In attesa di riordinarli e renderne più agevole la fruizione, ve ne vogliamo segnalare alcuni, in particolare per i lettori che non ci avessero seguito fin dall’inizio.
Ci concentriamo in particolare sulle guide alla risoluzione di problemi di tipo tecnico incontrati quando si vogliano scaricare e leggere ebook.
Continua a leggere