I maestri dell’illustrazione botanica del XVIII secolo

I libri di scienza odierni sono ricchi di fotografie dettagliate, scattate sia con obiettivi macro che con microscopi elettronici, che consentono di cogliere e studiare dettagli altrimenti invisibili ad occhio nudo e svelano a tutti l’infinitamente piccolo: particolari di stami, di cellule o embrioni. Prima dell’invenzione della fotografia, il compito di svelare, testimoniare e registrare visivamente le specie vegetali e animali era affidato invece all’illustrazione botanica o zoologica, al lavoro di artisti e illustratori con specifiche abilità, quale l’attenzione al dettaglio ad esempio, e conoscenze tecniche in ambito naturalistico.

La pratica dell’illustrazione botanica, cioè l’arte di dipingere le forme, i colori e i dettagli della flora, viene fatta risalire al I secolo, quando Dioscoride Pedanio – medico, botanico e farmacista greco che esercitò a Roma ai tempi dell’imperatore Nerone – scrisse il De Materia Medica, arricchendolo di illustrazioni che consentivano ai suoi lettori di identificare le piante utilizzate in campo medico (la copia qui sopra proviene dalla collezione della Bodleian Library). Fu però nel XVIII secolo che, grazie ai progressi fatti dalla stampa, alla sua maggiore accuratezza nei colori e nei dettagli, quella dell’illustratore divenne una professione di tutto rispetto.

Sfogliando la sezione open di MLOL è possibile ammirare le opere – sia le singole tavole che intere monografie o riviste – di illustratori di quel particolare periodo storico, considerati i maestri dell’illustrazione botanica, grazie al paziente lavoro di digitalizzazione e all’accesso libero garantito da importanti istituzioni quali il Missouri Botanical Garden, la Biodiversity Heritage Library, il Metropolitan Museum of Art o il progetto Old Book Illustrations.

Merian-grafic-senkenberg hg

Maria Sibylla Merian – CC BY 3.0 – via Wikimedia Commons

Continua a leggere

Passare il testimone: la Resistenza e le nuove generazioni

È sempre un’emozione quando memoria personale, storia e letteratura s’intrecciano. L’occasione, in questo caso, arriva dalla pubblicazione di un breve saggio intitolato La guerra di Mario, edito da Laterza . 

Protagonista di questo libro, che può essere considerato a tutti gli effetti un testamento morale consegnato ai giovani e alle generazioni future, è il professor Mario Mirri, scomparso a Pisa nel maggio 2018 all’età di 93 anni. Il nome di Mirri è ben noto negli ambienti accademici: egli infatti è considerato il fondatore della cosiddetta “scuola pisana”, che si distinse in particolare per gli studi sulle politiche agrarie e della cultura materiale. Continua a leggere

Naxos Music Library e la sua app

Naxos Music Library è uno dei maggiori servizi per l’ascolto di musica classica al mondo. La collezione offre accesso a più di 2.196.058 brani (oltre 141.806 CD) di oltre 800 etichette, comprendenti tutto il catalogo Naxos, Marco Polo e Dacapo, oltre a etichette come Bis, Chandos e RCA. Grazie a Naxos Music Library è possibile ascoltare in streaming musica classica, da camera, corale, balletto, opera e anche ⎼ seppure in misura minore ⎼ jazz, folk e gospel.

Se la vostra biblioteca offre questo servizio tramite MLOL, potete ricercare i brani o i musicisti di vostro interesse inserendo le parole chiave direttamente nel box di ricerca del vostro portale; oppure filtrare la collezione degli album musicali, selezionando Audio tra le Tipologie, Naxos Music Library nei Distributori e scegliendo i generi musicali in Argomenti. Selezionando il bottone Ascolta, che si trova nella scheda di ogni album,  si può accedere alla piattaforma di navigazione e di ascolto della Naxos Music Library ⎼ il modo migliore per cogliere la ricca offerta musicale, a nostro avviso ⎼ che offre diverse opzioni per esplorare la collezione e fruirla. Continua a leggere

Videogiochi per le feste

Qualche tempo fa (qui) vi avevamo raccontato degli anni in cui, in assenza di pc, console, smartphone e quant’altro, i videogiochi non erano a portata di tutti e per giocarci era necessario uscire di casa e recarsi nelle apposite sale giochi.

Molti di questi giochi creati tra gli anni ‘70 e ‘90 – quando ormai le console avevano fatto la loro apparizione in molte case – sono stati raccolti da Internet Archive nell’Internet Arcade Library e, grazie ad un emulatore Javascript, è possibile giocarci direttamente dal browser (Mozilla Firefox è consigliato) utilizzando la tastiera e/o il mouse.

Quale occasione migliore dei lunghi pomeriggi di festa in famiglia per divertirsi in compagnia con questi primi simpatici videogiochi d’epoca?
Eccone alcuni, disponibili anche nella sezione Open di MLOL (e non è nemmeno necessario effettuare il login).
Continua a leggere

Jennifer Armentrout e il genere del romance

Jennifer L. Armentrout è una delle scrittrici di maggior successo della letteratura Young e New Adult; costantemente prima nelle classifiche di vendita, vincitrice di premi, tra cui il RITA Award nel 2017, capace di passare dal rosa, al fantasy, al thriller in maniera credibile ed efficace, negli anni si è imposta come punto di riferimento per i lettori di tutto il mondo, giovani e non. Scopriamo i motivi di questo successo, con una veloce panoramica degli aspetti principali che caratterizzano alcune delle sue serie di romanzi.

EDGT34364

Con lo pseudonimo di J. Lynn ha scritto la serie romance Wait for You nella quale le coppie rotagoniste di ciascun romanzo si conoscono, si scoprono, hanno la possibilità di superare traumi e dolori del proprio passato. Proprio il tema del dolore che ogni personaggio si porta dietro è un aspetto caratteristico dei suoi romanzi, trattato in maniera convincente, credibile e perfettamente cucito sui diversi protagonisti. Profondamente segnata dal passato e dalla sofferenza, ad esempio, è Avery in Ti aspettavo: una timida matricola che spera che il college possa rappresentare per lei un nuovo inizio. Grazie anche alla pazienza di Cameron, sempre sorridente e gentile nonostante un suo celato dolore, saprà uscire dal proprio guscio, farà cadere i muri protettivi, ricominciando a vivere.

Continua a leggere